Clienti
Partners

SPECIALE PER BANDI DI FINANZIAMENTO IN USCITA

ASSISTENZA PER LE DOMANDE DI FINANZIAMENTO – REGIONE EMILIA ROMAGNA: BANDO PER IL SOSTEGNO DEGLI INVESTIMENTI PRODUTTIVI

INAIL: AVVISO PUBBLICO ISI 2017 – CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER IL MIGLIORAMENTO DEI LIVELLI DI SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO

E’ con grande piacere che Vi informiamo che è sempre a disposizione, espressamente per i nostri clienti, il servizio di assistenza alla preparazione delle domande di finanziamento a valere sul bando della Regione Emilia Romagna e di INAIL, di cui sopra.

CPL Taylor ha stabilito un accordo con la dottoressa Maria Laura Lodola, consulente specializzata in bandi di finanziamento export ed internazionalizzazione, Vi fornisce informazioni ed assistenza gratuitamente nella redazione delle domande di finanziamento le aziende nostre clienti. Nel caso in cui la domanda venisse accettata e finanziata, l’azienda corrisponderà alla signora Lodola un compenso pari al 5% dell’importo ottenuto; in caso di mancata approvazione o di mancato finanziamento l’azienda non dovrà corrispondere nulla alla consulente.

Segnaliamo l’importanza di presentare le domanda quanto prima, dal 9 Maggio per la regione Emilia Romagna e dal 19 Aprile per il Bando Inail, essendo, in entrambi i casi, la data di presentazione uno degli elementi di preparazione della graduatoria.

Di seguito le sintesi dei Bandi nelle quali potrete individuare gli elementi di Vostro eventuale interesse.

Per maggiori informazioni e l’attivazione del servizio di assistenza contattate CPL Taylor, sede di Parma.

 

 

REGIONE EMILIA ROMAGNA “ BANDO PER IL SOSTEGNO DEGLI INVESTIMENTI PRODUTTIVI”

AZIONE 3.1.1 POR FESR 2014/2020  

 

Finalità e descrizione generale

Incentivare gli investimenti delle PMI al fine di favorire la realizzazione di progetti finalizzati ad accrescere la competitività e l’attrattività del sistema produttivo, anche nell’ottica dello sviluppo sostenibile, e a favorirne i percorsi di consolidamento e diversificazione.

 

In particolare, la struttura dell’intero pacchetto di agevolazioni pubbliche nell’ambito del quale si inserisce la presente iniziativa prevede:

– che l’impresa che propone il progetto chieda ad una banca o istituto di credito un finanziamento a parziale copertura, fino all’85%, del costo dell’investimento;

– che il finanziamento bancario sia assistito da una garanzia diretta fino all’80% dello stesso prestata da un confidi selezionato tramite una procedura aperta e trasparente che sarà svolta da Cassa Depositi e Prestiti spa;

– che la garanzia diretta del confidi selezionato sia a sua volta assistita da una controgaranzia prestata, tramite il fondo EuReCa, da Cassa Depositi e Prestiti spa in misura pari all’80% della stessa, di cui il 70% prestata con risorse regionali e il restante 30% prestata con risorse proprie della Cassa medesima;

– che il contributo previsto dal presente bando, intervenga, in misura pari ad almeno il 15%, a parziale copertura dei costi dell’investimento.

 

Tipologia e misura del contributo

A fronte della realizzazione degli investimenti agevolabili ai sensi del presente bando si riconosce un contributo a fondo perduto in misura pari ad almeno il 20% delle spese ritenute ammissibili.

Il contributo, per effetto dell’applicazione di alcune premialità prestabilite, occupazione, imprenditoria femminile, sede produttiva in area montana potrà essere incrementato da un minimo del 5% ad un massimo del 10%.

Il contributo complessivo concedibile, anche in presenza dei requisiti per ottenere l’applicazione delle premialità sopra indicate, non potrà comunque superare l’importo massimo di € 150.000,00.

 

Regime di aiuto

I contributi previsti dal presente bando sono concessi nell’ambito del “regime de minimis”.

 

Interventi ammissibili

I progetti finanziati ai sensi del presente bando devono prevedere investimenti produttivi ad alto contenuto tecnologico che, attraverso un complessivo ammodernamento degli impianti, dei macchinari e delle attrezzature, siano idonei a favorire l’innovazione di processo, di prodotto o di servizio e abbiano ricadute positive su uno o più dei seguenti aspetti:

– miglioramento dei tempi di risposta e di soddisfacimento delle esigenze dei clienti;

– supporto all’adozione delle tecnologie abilitanti nei processi produttivi;

– riduzione degli impatti ambientali dei sistemi produttivi, anche attraverso:

o interventi di riduzione del consumo di materie prime ed altre risorse;

o interventi di riduzione dell’impiego di sostanze pericolose;

o interventi di riduzione di rifiuti;

o interventi di riduzione delle emissioni inquinanti;

o Interventi che favoriscano il reimpiego, degli scarti di produzione;

– miglioramento della sicurezza delle imprese e dei luoghi di lavoro.

 

– dovranno avere uno dei codici di attività Ateco 2007, primario e/o secondario, individuati dalla strategia di specializzazione intelligente della Regione Emilia Romagna (S3) e indicati nell’allegato 1 al presente bando.

 

Non sono ammissibili interventi che abbiano ad oggetto esclusivo la realizzazione di impianti per la produzione di energia, anche da fonte rinnovabile.

Spese ammissibili

  1. Acquisto di impianti, macchinari, beni strumentali e attrezzature;
  2. acquisto di beni intangibili quali brevetti, marchi, licenze e know how;
  3. acquisto di hardware, software, licenze per l’utilizzo di software, servizi di cloud computing;
  4. d spese per opere murarie ed edilizie strettamente connesse alla installazione e posa in opera dei   macchinari, beni strumentali, attrezzature e impianti;
  5. acquisizioni di servizi di consulenza specializzata finalizzati:

– alla realizzazione del progetto (consulenze di vario genere connesse al progetto);

– alla presentazione e gestione della domanda di contributo.

 

Dimensione minime e massime di investimento

I progetti per i quali viene presentata domanda di contributo dovranno avere una dimensione di investimento compresa tra € 40.000,00 ed € 500.000,00.

La dimensione minima dell’investimento per l’intero progetto dovrà essere mantenuta e assicurata anche in fase di rendicontazione delle spese sostenute per la sua realizzazione.

Beneficiari dei contributi

Beneficiari dei contributi previsti dal presente bando possono essere esclusivamente le imprese individuali, le società (di persone, di capitali, cooperative), i loro consorzi e/o le società consortili con sede in Emilia Romagna.

 

Presentazione domanda di contributo

Le domande di contributo dovranno essere presentate, pena la non ammissibilità delle stesse, all’interno delle finestre e delle scadenze di seguito indicate a cui rispettivamente corrispondono i termini di conclusione degli interventi indicati nel successivo paragrafo 8:

1° FINESTRA: dalle ore 10.00 del giorno 9 maggio 2018 alle ore 13.00 del giorno 26 giugno 2018

2° FINESTRA: dalle ore 10.00 del giorno 4 settembre 2018 alle ore 13.00 del giorno 28 febbraio 2019.

  

****************

 

BANDO “INAIL – AVVISO PUBBLICO ISI 2017”

 

INAIL ha pubblicato il Bando incentivi ISI 2017per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e di sicurezza nei luoghi di lavoro.

I destinatari dei fondi sono le imprese, di tutto il territorio nazionale, iscritte in Camera di Commercio , nel pieno esercizio dei propri diritti, non essendo in liquidazione volontaria, né sottoposte ad alcuna procedura concorsuale ed in regola con gli obblighi contributivi (DURC).

Possono accedere le aziende così in regola e che non hanno ottenuto il contributo degli Avvisi INAIL 2014, 2015,2016 e del Bando FIPIT 2014.

 

Sono ammissibili le seguenti tipologie di progetto:

Asse 1: progetti di investimento e adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale

Asse 2: progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi

Asse 3: progetti di bonifica da materiali contenenti amianto

Asse 4: progetti per micro e piccole imprese operanti nei settori del legno e della ceramica

Asse 5; progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli.

 

Misura del finanziamento:

Assi 1, 2,3

Sull’importo delle spese ammissibili è concesso un contributo a fondo perduto pari al 65%, fino ad un massimo di € 130.000, importo minimo € 5.000.

Asse 4

Sull’importo delle spese ammissibili è concesso un contributo a fondo perduto pari al 65%, fino ad un massimo di € 50.000 , importo minimo € 2.000.

Asse 5

Sull’importo delle spese ammissibili è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del:

40% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.1 ( generalità delle imprese agricole)

50% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.2 ( giovani agricoltori)

Il finanziamento massimo erogabile è pari a € 60.000, il finanziamento minimo è di € 1.0000.

 

La procedura:

I finanziamenti vengono assegnati fino ad esaurimento, secondo ordine cronologico di arrivo delle domande.

 

La procedura per accedere al finanziamento si articola in tre fasi:

  1. compilazione della domanda on line, dal 19 aprile al 31 maggio p.vp
  2. inoltro della domanda on line – secondo le modalità del “click day” , successivamente al 7 giugno nella data che verrà indicata da INAIL
  3. conferma della domanda on line da parte delle imprese collocate in posizione utile per accedere al contributo, tramite l’invio della documentazione richiesta.

 

 

Se interessati: Dott.ssa Maria Laura Lodola: 348 8721902