Clienti
Partners

INTERNAZIONALIZZAZIONE D’IMPRESA – ASSISTENZA GRATUITA PER LA DOMANDA DI FINANZIAMENTO – BANDO REGIONE EMILIA ROMAGNA

E’ con grande piacere che Vi informiamo che abbiamo attivato, espressamente per i nostri clienti, un servizio di assistenza gratuito alla preparazione della domanda di finanziamento a valere sul Bando della Regione Emilia Romagna per l’internazionalizzazione, che dovranno essere presentate dall’11 Settembre all’11 Ottobre prossimi.

CPL Taylor ha stabilito un accordo con la dottoressa Maria Laura Lodola, consulente specializzata in export ed internazionalizzazione, in base al quale la consulente fornisce il servizio di informazione ed assistenza nella redazione della domanda di finanziamento le aziende nostre clienti. Nel caso in cui la domanda venisse accettata e finanziata l’azienda corrisponderà alla signora Lodola un compenso pari al 5% dell’importo ottenuto dalla Regione; in caso di mancata approvazione o di mancato finanziamento l’azienda non dovrà corrispondere nulla alla consulente.

Segnaliamo l’importanza di presentare domanda quanto prima, dall’11 Settembre, essendo la data di presentazione uno degli elementi di preparazione della graduatoria.

Di seguito la sintesi del Bando della Regione Emilia Romagna nella quale potrete individuare gli elementi di Vostro eventuale interesse.

Per maggiori informazioni e l’attivazione del servizio di assistenza contattate CPL Taylor, sede di Parma.

 

 

BANDO PER PROGETTI DI PROMOZIONE DELL’EXPORT PER IMPRESE NON ESPORTATRICI E PER LA PARTECIPAZIONE A EVENTI FIERISTICI

Regione Emilia Romagna – Asse 3 – Azione 3.4.1

 

Scheda Sintetica del bando

 

Finalità

Il bando intende sostenere la presenza delle imprese sui mercati internazionali, per rafforzare la competitività del sistema produttivo dell’Emilia Romagna.

 

Obiettivi

Il bando è uno strumento per accrescere il numero delle aziende emiliano romagnole che lavorano sui mercati esteri, sostenendo quindi le aziende non ancora esportatrici o esportatrici abituali e anche per sostenere le attività di promozione e commercializzazione delle aziende che già esportano.

Il bando prevede quindi due diverse tipologie di azioni, destinate alle due diverse tipologie di aziende, non esportatrici ed esportatrici.

 

 

  • AZIONI PER LE AZIENDE NON ESPORTATRICI O NON ESPORTATRICI ABITUALI

 

Attività ammissibili a finanziamento: vengono messi a disposizione finanziamenti a fondo perduto per la creazione di piani pluriennali di internazionalizzazione delle imprese. I piani comprendono la pianificazione, l’avvio ed il consolidamento di percorsi di lavoro all’estero per le imprese che intendano lavorare in modo costante e duraturo sui mercati internazionali. Progetti realizzati da Piccole e Medie Imprese nell’arco di due annualità, che prevedano la costruzione di un piano export su un massimo di 2 paesi esteri scelti dall’azienda.

Le attività devono essere realizzate entro il 31 Dicembre 2018.

Soggetti beneficiari: PMI NON esportatrici o esportatrici NON abituali aventi sede e/o unità operative in Emilia Romagna. Le imprese possono presentare progetto come singole imprese o come Rete di imprese, già formalmente costituita al momento della presentazione della domanda di finanziamento.

Spese Ammissibili: 1) spese di consulenza per progettazione e realizzazione di percorsi duraturi di internazionalizzazione dell’impresa ( piano di fattibilità, analisi mercati esteri, ricerca clienti, incontri BtoB), 2) spese di realizzazione sito internet in lingua straniera, 3) costo per un Temporary Export Manager, 4)costi per le certificazioni estere, 5) costi di partecipazione a eventi fieristici.

Contributo: contributo regionale a fondo perduto nella misura massima del 40% delle spese ammissibili fino ad un importo massimo di € 100.000, per progetti di impresa singola; contributo che si eleva ad un massimo di € 400.000 per reti di imprese.

 

  • AZIONI PER AZIENDE ESPORTATRICI:

 

Attività ammissibili a finanziamento: il bando prevede il finanziamento a fondo perduto delle partecipazioni a manifestazioni fieristiche all’estero, la realizzazione di eventi promozionali connessi alle fiere e l’attivazione di consulenze per l’ottenimento di certificazioni per l’export e per la registrazione e la tutela del marchio nei paesi prescelti.

Le attività devono essere realizzate entro il 31 Dicembre 2018.

 

Soggetti beneficiari: PMI già esportatrici ed esportatrici abituali aventi sede e/o unità operative in Emilia Romagna. Le imprese possono presentare progetto come singole imprese o come Rete di imprese, già formalmente costituita al momento della presentazione della domanda di finanziamento.

Spese Ammissibili: 1) partecipazione come espositori ad almeno 3 fiere all’estero, che abbiano dimensione internazionale o nazionale. Una fiera può essere sostituita con l’organizzazione di un proprio evento ( incontri BtoB, visite aziendali, forum, degustazioni, sfilate, esposizioni in show room ed altro);

2) spese di consulenza esterna finalizzate alle certificazioni di azienda e prodotto,

3)registrazione del proprio marchio nei paesi esteri prescelti,

4) costi di consulenti esterni per ricerca clienti, organizzazione incontri d’affari, organizzazione eventi promozionali che vengano realizzati nel contesto fieristico.

Contributo: contributo regionale a fondo perduto nella misura massima del 30% delle spese ammissibili fino ad un importo massimo di € 30.000, per progetti di impresa singola; contributo che si eleva ad un massimo di € 120.000 per reti di impresa.

 

Le imprese possono presentare domanda solamente ad una delle due tipologie.

 

Le spese dovranno essere fatturate a partire dalla data di presentazione della domanda di finanziamento fino al 31 Dicembre 2018 e dovranno essere quietanzate entro il 1° Aprile 2019, data ultima di presentazione della rendicontazione.

 

Se interessati: Dott.ssa Maria Laura Lodola: 348 8721902